back blog

PRESENTAZIONE DEI RISULTATI DELLA CONSULTAZIONE PROMOSSA DALLA CAMERA DEI DEPUTATI SULLO STATO E IL FUTURO DELL’UE

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

PRESENTAZIONE DEI RISULTATI DELLA CONSULTAZIONE PROMOSSA DALLA CAMERA DEI DEPUTATI SULLO STATO E IL FUTURO DELL'UE


 

Sono stati presentati dalla Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini ,il 21 settembre mattina, presso la sede dell'Associazione Stampa Estera a Roma i primi risultati della consultazione pubblica on line su "Lo stato e le prospettive dell'Unione europea", diffusa e supportata anche dal Movimento Europeo Italia, di cui presidente, Pier Virgilio Dastoli, fa parte del comitato di “euro saggi” incaricato di redigere una relazione finale di tipo analitico e propositivo.

 

Un questionario in sette domande, elaborato in collaborazione con l'Istat, a cui è stato possibile accedere attraverso il sito della Camera da febbraio ad agosto, aveva dato ai cittadini italiani la possibilità non solo di esprimere un giudizio sugli aspetti più graditi o sgraditi dell'attuale Unione Europea, ma anche di avanzare proposte sui cambiamenti che si vorrebbero apportare. Alla consultazione hanno preso parte oltre 10mila cittadini, il numero più alto tra le tre consultazioni promosse dalla Camera e ai primi posti in assoluto tra le consultazioni pubbliche on-line svolte, ad oggi, dalle istituzioni italiane.

Ne è emerso complessivamente un quadro dove i cittadini italiani confermano di associare l’appartenenza all’UE ad un vantaggio (77% ) e dove, tra i diversi vantaggi specifici, viene evidenziato in particolare il valore della libera circolazione delle persone, la convivenza pacifica, gli scambi culturali e formativi, la moneta unica.

Tra le carenze delle politiche europee emergono invece la gestione dei flussi migratori, il sostegno alla crescita economica e all’occupazione, i divari esistenti tra gli Stati membri. Sono gli stessi gli ambiti in cui viene richiesto all’UE dai cittadini maggiore impegno ma ai quali si aggiungono anche la lotta contro il crimine e terrorismo, la politica estera e la difesa.

Per aumentare l’efficacia delle istituzioni UE, tra i rispondenti prevale di poco la soluzione dell’attribuzione di maggiori competenze e strumenti di azione alle istituzioni comuni. Molto netta invece traspare la richiesta del rafforzamento della cittadinanza europea (83,2 %) specie attraverso il diritto a tutti i cittadini a prestazioni sociali comuni. Il cambiamento dell’assetto istituzionale dell’Unione è ritenuto per il 69% dei coinvolti la chiave per superare l’attuale momento di crisi, in particolare il 39,1% sarebbe favorevole a una federazione tra tutti gli Stati membri e il 29,6% ad una federazione tra i soli Stati che adottano l’Euro.


Per l'inizio del 2017 è atteso ora un “follow up” in forma di relazione predisposta da un comitato di giuristi, docenti e giornalisti. Di questo gruppo di “eurosaggi” fanno parte, oltre a Pier Virgilio Dastoli: Tiziana Di Simone, Enrico Giovannini, Eva Giovannini, Simone Fissolo, Enzo Moavero Milanesi, Arianna Montanari.


Quest’azione si inserisce nel quadro delle iniziative della presidente Boldrini intorno alla Dichiarazione "Più integrazione europea: la strada da percorrere”, promossa ormai da più di un anno insieme ai suoi omologhi di Germania, Francia e Lussemburgo per chiedere un'Europa più attenta alle politiche sociali, alla crescita e all'occupazione e la creazione di una vera Unione federale tra gli Stati.

Dal settembre 2015 le firme di Presidenti sotto la Dichiarazione sono arrivate a 15, in rappresentanza di 13 Paesi: oltre ai sottoscrittori iniziali, ora ci sono anche Austria, Belgio, Cipro, Grecia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovenia e Spagna.


Alla conferenza stampa, insieme alla Presidente Boldrini, hanno partecipato il presidente dell'Istat Giorgio Alleva, i componenti del comitato degli 'eurosaggi' e anche alcuni studenti che hanno risposto al questionario.

 Immagine2

BannerPROCESSO UE

bileurozona

rescue

agorabanner

coccodrillo

banner fake


Le Nostre Reti

eumov

eucivfor

logo asvisride logoretepace

routecharlemagne


Partner e Sostenitori

parleuitarapprita

banner12

banner11


 ed logo

Gioiosa Jonica  -  Roma  -  Modena  -  Nuoro  -  Bari  -  Trento


 

Registrati per ricevere le nostre newsletter.

Sostieni le iniziative del Movimento Europeo con una piccola donazione


Movimento Europeo

Italia

E' una rete di organizzazioni che mobilita cittadini e sostiene un'unione democratica, federale e allargata dal 1948.

© Movimento Europeo  -  Realizzato da logoims

Search