back blog

“OFFICINA 2014: l’ITALIA IN EUROPA” PROPOSTE IN TEMA DI GOVERNANCE ECONOMICA E FISCALITÀ

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Lo scorso 11 ottobre, presso il Palazzo delle Stelline di Milano, si è svolto il nono seminario promosso dal Movimento Europeo nel quadro del progetto “Officina 2014 – Italia in Europa”. L’incontro, organizzato in collaborazione con l’ISPI e gli Uffici di Milano della Rappresentanza della Commissione europea in Italia e del Parlamento Europeo, era dedicato alle priorità della Presidenza Italiana del Consiglio dell’Unione europea in tema di governance economica europea e fiscalità nel quadro dei dossier trattati in sede ECOFIN.

 


Al seminario sono intervenuti per i saluti di apertura il Direttore dell’Ufficio d'informazione del Parlamento europeo a Milano, Bruno Marasà e il Direttore dell’Ufficio regionale della Commissione europea a Milano, Fabrizio Spada.
Il panel di esperti chiamati ad intervenire sul tema dell’unione economica e monetaria era costituito dal dott. Fabio Fiorello, Policy Officer presso la DG Mercato Interno della Commissione europea; il Prof. Franco Bruni, Vice presidente dell’ISPI; il Prof. Alberto Majocchi dell’Università di Pavia; il dott. Roberto Palea, Presidente del Centro Studi sul Federalismo. A moderare il dibattito, il Presidente del Movimento Europeo – Italia, Pier Virgilio Dastoli.

 


Dal dibattito successivo cui hanno preso parte esponenti delle istituzioni e della società civile, operatori del settore e rappresentanti del mondo imprenditoriale e sindacale presenti, è emersa l’urgenza di intervenire sull’assetto istituzionale che caratterizza la governance economica europea, la cui asimmetria tra politiche monetarie, da un lato e politiche economiche e di bilancio, dall’altro è stata all’origine di una mancata risposta efficace per fronteggiare la crisi economico-finanziaria che ha investito l’Europa.

Molti hanno fatto quindi rilevare la necessità di andare nella direzione di un vero e proprio governo economico anche attraverso una modifica dei trattati, ad esempio, incrementando la percentuale delle risorse proprie a disposizione dell’Unione europea ed impiegando tali risorse per rilanciare la competitività, l’economia e l’occupazione a livello europeo.


Senza tali provvedimenti, le politiche di austerità saranno destinate ad avere un effetto controproducente sul risanamento dei conti pubblici, come sta accadendo in definitiva in Grecia e Italia.

Dossier sulla Governance economica europea e fiscalità (icon Governance Economica Europea e Fiscalità: Prospettive di Riforma (75.5 kB)).

 

Resoconto dettagliato dell'incontro icon Resoconto: GOVERNANCE ECONOMICA EUROPEA E FISCALITÀ LE SFIDE DELLA PRESIDENZA ITALIANA (58.2 kB)

 

BannerDEF

BannerPROCESSO UE

bileurozona

euteatro

agorabanner

coccodrillo

banner fake


Le Nostre Reti

eumov

eucivfor

logo asvisride logoretepace

routecharlemagne


Partner e Sostenitori

parleuitarapprita

banner12

banner11


 ed logo

Gioiosa Jonica  -  Roma  -  Modena  -  Nuoro  -  Bari  -  Trento


 

Registrati per ricevere le nostre newsletter.

Movimento Europeo

Italia

E' una rete di organizzazioni che mobilita cittadini e sostiene un'unione democratica, federale e allargata dal 1948.

© Movimento Europeo  -  Realizzato da logoims

Search